Star della NFL abbandona lo sport per coltivare patate per i poveri

Molti sono rimasti a dir poco stupiti quando Jason Brown, giocatore della NFL, ha rinunciato ad un contratto da 35 milioni di dollari per giocare con i St. Louis Rams, per avviare invece una fattoria in Carolina del Nord, e distribuire il raccolto ai poveri e bisognosi.

Il suo agente gli aveva detto che stava facendo il più grande errore della sua vita, ma Brown la pensa in modo diverso: “L’ho guardato e gli ho detto: ‘No, non sto sbagliando’”ricorda Brown. “Dio mi ha mostrato che aveva qualcosa di più grande in  serbo per me e che la mia famiglia doveva tornare in Carolina e avviare una fattoria. La cosa ci ha presi di sorpresa, perché non sapevamo niente di agricoltura, ma abbiamo obbedito”.

Jason Brown sul suo trattore

E così, senza avere mai coltivato niente in vita sua, Brown ha acquistato una fattoria di 1.000 acri, con l’impegno che i bisognosi avrebbero avuto i primi frutti di tutto quello che sarebbe stato prodotto dal terreno. Ha imparato grazie a tutorial su YouTube e chiedendo consigli agli agricoltori della zona: “Quando vedi le cose spuntare dal terreno, è la più bella cosa che abbia mai visto”, commenta l’ex giocatore, che dice si essere molto più soddisfatto adesso di quando era un giocatore di successo nella NFL.

E’ incredibile quello che sta facendo. Lo sforzo, il tempo, il lavoro, il costo. E regala tutto”, commenta ammirata la giornalista Rebecca Page.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Rimani informato registrandoti alla nostra newsletter!

Commenti

Devi aver fatto l'accesso per inserire un commento.

Articoli collegati
L'autore